Versione mobile
facebook
Slow Food
Città Slow
Strada dei Vini
Photo Gallery
Video Gallery
Virtual Tour
Arte e cultura
Musei
GERMANICO - Nuova installazione multimediale
immagine GERMANICO - Nuova installazione multimediale
Clicca per ingrandire
La statua bronzea di Germanico, pregevole opera del primo secolo dopo Cristo ritrovata nel 1963 ad Amelia e tornata qui dopo un lungo restauro. Insieme a quest’opera non lontano da porta romana, lungo la via ortana, furono ritrovati anche un capitello con trofei e prore di navi ed un’ara. La statua, importantissima per il suo alto valore artistico e per la rarità delle opere in bronzo di età romana giunte fino a noi, raffigura Nerone Claudio Druso, nato a Roma il 24 maggio del 15 a. C., figlio di Druso maggiore, fratello di Tiberio. Il 27 giugno del 4 d. C. Ha inizio la sua ascesa politica, quando viene adottato da Tiberio per volontà di augusto che gli da in sposa la nipote agrippina maggiore. Da questa unione nascerà il futuro imperatore Giulio Cesare Caligola. Valoroso generale, germanico muore in siria, terra retta dal governatore gen. Calpurnio Pisone avendo contratto una malattia di ignota natura, il 10 ottobre del 19 d. C

IL GERMANICO
Le circostanze misteriose della sua morte gettano un’ombra di sospetto contro Tiberio, avverso al figlio adottivo. Dopo la morte gli vengono tributati grandi onori, poichè sembrava a molti un nuovo Alessandro a cui era vicino per valore militare, personalità, età e luogo della morte. Nella statua di Amelia, a conferma di tali onori, è rappresentato in veste trionfale, coperto dalla lorica decorata con la scena di Achille e Troilo. Troilo giovane e valoroso figlio di Priamo viene assimilato a Germanico per la sua prematura scomparsa e perché dalla stirpe regale troiana trae origine la stirpe romana. Germanico è rappresentato nel tipico gesto di Adlocutio e presenta numerose affinità iconografiche con il famoso augusto di prima porta.

Il 14 dicembre 2013 presso il Museo Civico Archeologico "E.Rosa" di Amelia è stato inaugurato il nuovo allestimento multimediale intorno al bronzo del Germanico a cura di Paco Lanciano.

E’ stato proprio lo storico collaboratore di Piero Angela a curare l’allestimento multimediale che verrà proiettato sulla statua e nelle aree adiacenti dove scorrerà la storia dell’Amelia romana e del suo più prestigioso condottiero.

L’installazione realizzata è di tipo videowall capace di creare un effetto particolarmente spettacolare, e cioè quello di dare al visitatore l’impressione di trovarsi di fronte ad una parete in movimento costituita da più immagini, video e fotografie che si sovrappongono e si compongono, creando effetti suggestivi.

Per approfondimenti:
www.sistemamuseo.it



 
Museo Civico Archeologico e Pinacoteca "Edilberto Rosa"
Il Museo Civico Archeologico “E.Rosa” di Amelia è ospitato nell’ ex-Collegio Boccarini e conserva le testimonianze archeologiche dell’antichissimo centro di “Ameria”, dalle sue origini fino all’Altomedioevo. All’interno del Museo, il percorso si sviluppa attraverso itinerari tematici che forniscono una ricostruzione approfondita dei vari aspetti dell’antica città. Notevole è l’esposizione della statua bronzea raffigurante il generale romano Nerone Claudio Druso detto Germanico, rinvenuta ad Amelia nel 1963. Conclude la visita la Sezione Pinacoteca che raccoglie opere di provenienza locale collocabili tra Cinquecento e Settecento.
Tra le pitture pregevoli è la tavola di Sant’Antonio Abate” di Piermatteo d’Amelia, artista amerino, un protagonista del rinascimento umbro insieme al Pinturicchio e al Perugino. Recentemente, presso il Museo Archeologico è visibile una Sezione che mostra alcuni dei reperti della ricchissima Necropoli di epoca ellenistica ritrovati presso l’ex Consorzio di Via delle Rimembranze ad Amelia.Nei mesi di luglio e agosto, si potrà visitare il Teatro Sociale di Amelia, soltanto in abbinamento alla visita di uno, due o tre spazi del Circuito, nei giorni di sabato, domenica e festivi, con partenza dalla Cisterna romana;la visita al Teatro non può essere fatta singolarmente. Info: tel.0744/978120 (Museo Archeologico) - Fax: 0744/978120 E-mail: amelia@sistemamuseo.it.

Il circuito Museale comprende: Museo Civico Archeologico, Cisterna Romana Palazzo Petrignani e Torre dodecagonale
Il turista che ha intenzione di visitare la città potrà scegliere di acquistare il biglietto singolo di uno spazio o due diversi tipi di biglietti cumulativi (Museo e Cisterne o Museo, Cisterne e Palazzo Petrignani).
Il biglietto cumulativo ha validità giornaliera e se acquistato di sabato può essere utilizzato anche la domenica.
Compresi nel biglietto d’ingresso sono la visita guidata alla Cisterna Romana e al Palazzo Petrignani, con la lettura dell’affresco della Sala dello zodiaco; al Museo archeologico, invece, il percorso è libero, con la possibilità di vedere la nuova installazione multimediale “Germanico racconta”. Si ricorda che la visita agli spazi fuori del normale orario di apertura è possibile sempre, prenotandosi al numero 199 151 123 oppure all’indirizzo amelia@sistemamuseo.it.



News
27 Maggio 2017
Cantine Aperte / 27-28[...]
27 Maggio 2017
   AMELIA Sabato 27 maggio 2017 - Sala Palladini, Biblioteca comunale,  Promosso[...]
08 Maggio 2017
I giorni 27 e 28 Maggio appuntamento annuale con la  47° Fiera del Radioamatore[...]
01 Maggio 2017
Giovedì 1 giugno, ore 18:00 – Sala dello Zodiaco (Palazzo Petrignani)Ouverture[...]
Eventi e manifestazioni
AMELIA ESTATE 2016
dal 12/07 al 30/09
Ospitalità in evidenza